Lavorare con le affiliazioni senza un sito web

Indice

È possibile lavorare con le affiliazioni senza sito web?

La maggior parte degli affiliati, soprattutto alle prime armi e con voglia di monetizzare il prima possibile si pongono questa domanda, perchè in realtà non è ben chiaro come e quando è possibile lavorare con le affiliazioni senza un sito web ma sopratutto perchè è così necessario!

Quando si parla di “spazi” e di canali promozionali (giustamente) un Affiliato può dire: “Ma io ho una Pagina Facebook con una fanbase di tutto rispetto!” – “Ho un account Instagram con 200k di followers” e così via. Ma questi spazi non sono sufficienti per molti advertiser, network di affiliazione e programmi di affiliazione, come spiego anche nella guida guadagnare con l’affiliate marketing.

A non richiedere un sito web o blog spesso sono quei network o programmi di affiliazione che hanno offerte di affiliazione “black” perché come credo ultimo c’è solo il profitto a tutti i costi, quindi poco importa come viene condotto un utente all’azione, basta che compri qualcosa o si abboni a un servizio! AMEN.

A richiedere un sito web o blog sono invece quei programmi o network di affiliazione che hanno bisogno di vedere la solidità del tuo business.

Detto così potrebbe sembrare una frase partorita da Roberto Carlino ma in realtà ci sono degli aspetti da considerare. La maggior parte degli Advertiser che necessita di qualità vuole che il suo brand (giustamente) non sia associato a qualcosa che non esiste, che inganni l’utente o peggio ancora, che danneggi il suo marchio. Quindi non solo il sito web o Blog ci deve essere ma deve essere anche ben fatto!

Una pagina Facebook con 1 milione di like, magari anche fortemente in target con alcune campagne promozionali se non ha un sito web o blog FORTE, non è autorevole! (Non è un business solido secondo l’Advertiser)

Un blog che, invece è ben posizionato per alcune keyword è una solida realtà e spesso, questo spazio attira l’attenzione degli Advertiser che contattano direttamente o indirettamente (tramite network) i gestori del Blog per avere degli spazi dedicati.

Per molti Advertiser, network e programmi di affiliazioni un buon posizionamento sui motori di ricerca è sinonimo di autorevolezza!

Se si vuole lavorare senza problemi con programmi di affiliazione come Amazon o network di affiliazione come Zanox, Tradedoubler ecc.. è necessario avere un sito web o Blog così strutturato:

  • Dominio di secondo livello.
  • Grafica pulita, ottima navigabilità.
  • Contenuti unici, interessanti per l’utente.
  • Poca pubblicità – lo so è paradossale però chi darebbe pubblicità a un sito blog che sia pieno di pubblicità? L’esclusiva non la richiede quasi nessuno ma tutti la vorrebbero!
  • Meglio se hai gli annunci Google AdSense – la fama del BAN facile (e irrevocabile) di Google AdSense è famosa sia tra gli Affiliati che tra Advertiser!
  • No adult, immagini violente ecc…
  • Costituisce preferenza una Community, perché indica l’autorevolezza del Blog (se c’è qualcuno che è interessato, segue, interagisce allora significa che il Blog è autorevole!)
  • Anzianità del dominio (e contenuti).

Ok ho capito, ma se io voglio promuovermi le ads dirette su Native oppure direttamente su Facebook Ads a che mi serve un sito web?

In realtà non ti serve a nulla ma come dicevo prima  gli utenti, gli Advertiser hanno bisogno di solide realtà.

Eh però se promuovo tramite DEM dimmi, a cosa mi serve il sito web?

Questa è un’eccezione, a dire il vero qui non serve un sito web o Blog perchè anche se l’Advertiser o network richiedesse di mostrare la landing di acquisizione ci potrebbe essere l’eccezione davanti al quale tutto decade: “Ho acquistato un pacco* di mail! – *double opt-in” In questo caso, il sito web non è richiesto ma è richiesta una manleva, dove l’Affiliato si assume la responsabilità circa l’acquisizione (nel pieno rispetto delle leggi) degli indirizzi e-mail del proprio database.

Consiglio di non perdere tempo a cercare di capire quali programmi o network di affiliazione accettano promozione senza un sito web, comincia a creare dei blog orientati a nicchie di mercato profittevoli.
La domanda “È possibile lavorare con le Affiliazioni senza sito web?” deriva da tutte quelle persone che vogliono monetizzare velocemente con l’Affiliate Marketing e che quindi, la realizzazione di un Blog è vista come una gran perdita di tempo. Oppure è meglio iniziare a monetizzare senza sito web e nel frattempo mi creo un blog!

Non devi aver fretta di guadagnare, devi affrettarti a creare qualcosa che potrà esserti utile SEMPRE e per tanto tempo!

Nel caso in cui volessi accelerare un pò i tempi, puoi comunque acquistare dei blog già popolati e che rispettino tutte le caratteristiche richieste dai network di affiliazione. Come!? Grazie ai website marketplace, ne parliamo anche nell’Area Riservata del livello START di AffiliatePRO.

Se vuoi lavorare seriamente con le affiliazioni prima o poi dovrai avere un sito web o blog, portati avanti e inizia da adesso. 

Buon lavoro 🙂

9 risposte

  1. Ciao Giannicola

    consigli di avere il sito/blog anche nel caso in cui si lavori su più nicchie di mercato?
    Tu come fai per esempio? Hai un sito per ogni nicchia?

    1. Si, tendo ad avere un sito per ogni nicchia. Ci sono però delle eccezioni particolari dove (come agenzia) abbiamo deciso di avere un sito che raccogliesse più nicchie, perchè appartenenti alla stessa categoria merceologica.
      Tendenzialmente è meglio avere 10 siti da 1000 visite giornaliere ognuno che un sito da 10000 visite giornaliere.

      1. Ok Giannicola

        ma giusto per capire meglio…come porsi davanti al tuo pubblico se operi in varie nicchie di mercato?

        Esempio. Facciamo finta che io abbia un sito che parla di prodotti dimagranti e su quel sito ci metto la mia faccia.
        Decido poi di operare in un altro settore con un altro sito ed anche qui ci metto la mia faccia. In questo caso non corro il rischio di apparire poco autorevole agli occhi dei potenziali acquirenti visto che prima ero conosciuto solo come un esperto di prodotti per perdere peso, mentre ora mi pongo come esperto di altro?

        Come andrebbe gestita questa cosa?

        1. L’autorevolezza può essere assegnata anche ad un marchio. “My-PersonalTrainer”, “Giallozafferano” ecc… li individuiamo come portali autorevoli e non sono associati ad una faccia ben precisa. Ma allora, quando conviene utilizzare la propria immagine? Quando l’autorevolezza la si vuole affermare come persona/professionista. Ovvio che posso essere in grado di trattare più tematiche ma con molta onestà posso dirti che non è possibile essere autorevole su più fronti, necessito di un Team e in tal caso cerco di affermare il marchio e non la mia persona.

  2. Ciao Giannicola

    sto avviando un sito di nicchia per promuovere un infoprodotto che trovo molto utile per il settore b2b.

    Avrei intenzione di inserire altri prodotti correlati alla nicchia, ma ho dubbi circa la creazione delle landing pages.
    Conviene crearle su proprio sito sfruttando software come Optimizepress, ecc..oppure sarebbe meglio hostarle su servizi esterni come Leadpages per esempio, giusto per non appesantire il sito?

    Cosa conviene fare in questi casi?

  3. Ciao Giannicola,

    se non si ha un’idea precisa della nicchia su cui lavorare, è possibile fare “al contrario”, e cioè scegliere prima un prodotto (o una categoria di prodotti)in affiliazione e poi, da lì, costruire il nostro sito web o blog?

    1. Ciao Fabio, è possibile comportarsi così solo quando si ha una certa esperienza. Per arrivare a questo grado di esperienza suggerisco la strada più semplice: lavorare su una nicchia con argomenti che si padroneggiano. Ci sono davvero tanti passaggi importanti per diventare leader di categoria che si acquisiscono con tanta esperienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati