Casi studio nell’affiliate marketing
Case Study

Indice

I casi studio nell’affiliate marketing, quanto valgono e a cosa servono.

Fino a qualche tempo fa non si trovavano molte informazioni sull’affiliate marketing, figuriamoci a parlare di casi di studio, chi raggiungeva dei risultati li custodiva gelosamente cercando di trarne il massimo profitto senza condividere con altre persone scelte e mindset che l’avevano portato a raggiungere tali risultati.

Per questo motivo l’affiliate marketing era “blindato“, riservato a pochi e per leggere un caso di studio era necessario prima crearselo!

Grazie al crescente interesse verso l’affiliate marketing e di persone che vogliono capire realmente come funziona in Italia si possono trovare anche in forma gratuita degli ottimi casi studio. Io personalmente ne ho inseriti ben nove nel libro Affiliate Marketing – HOEPLI e ne condivido altri nella community di AffiliatePRO e agli eventi in cui sono chiamato a partecipare in veste da relatore, oltre i miei se ne trovano tanti anche in community dedicate.

Cosa sono i casi di studio, detti anche Case Study?

Il caso di studio (oppure caso studio) è un metodo di ricerca utilizzato, nell’ambito di questioni complesse, per estendere l’esperienza o rafforzare ciò che è già noto da precedenti ricerche. Fonte Wikipedia

I casi di studio indicano tutti i passaggi che il protagonista, in questo caso l’Affiliato, ha compiuto per raggiungere un risultato. Il risultato può essere un guadagno proveniente da una campagna promozionale o programma di affiliazione, una lead generation (con Conversion Rate elevati) o CPA incredibili.

Si parte sempre dal risultato per spiegare la strategia utilizzata per il raggiungimento dell’obiettivo, spiegando anche quali strumenti sono stati utilizzati e perchè.

Alcuni casi studio pubblicati su AffiliatePRO™

Utilizzare un Trend per guadagnare con le DEM

► Come fare 2000 lead al giorno

Come leggere i casi studio nell’affiliate marketing?

La maggior parte degli interessati legge i casi studio cercando di capire di che campagna si tratta, payout e metodo promozionale per poter prontamente replicare quanto letto. Questa pratica È SBAGLIATA!

Te lo dimostro con un esempio, se io ti dicessi che con il mio blog, che parla di telefonia, ho generato più di 10.000€/mese con la campagna Altroconsumo nel 2016 (quando Altroconsumo regalava uno smartphone ai nuovi abbonati per soli 2€) e che la mia commissione era di 35€ per ogni iscritto, con publiredazionale e traffico proveniente da SEO per key “smartphone gratis“, “abbonamento Altroconsumo“, “Altroconsumo Smartphone” – rimarresti affascinato dal guadagno mensile e cercheresti subito di replicare la mia strategia sulle prossime promo Altroconsumo, potrebbe funzionare, potresti guadagnare qualcosa ma nel frattempo cosa NON HAI CAPITO?

Che per monetizzare con una campagna è necessario ragionare come un affiliato professionista: quindi scelta della giusta comunicazione/target di riferimento/ campagna a payout migliore (e tassi di cancellazione minori)/ test su altri canali/ investimento economico/ saper leggere i risultati/ ottimizzare (e utilizzare i giusti tools) e intraprendere azioni di scaling!

Ma, come dicevo prima, la maggior parte delle persone che legge un caso studio si sofferma solamente su Altroconsumo e canale promozionale. STOP.

Cosa succede nella testa dell’utente quando legge un caso studio e non tiene ben presente la differenza Online e Offline? Pensa che online sia tutto possibile (in maniera molto semplice ed economica) mentre offline sia tutto più complesso.

Esempio: se la palestra del tuo paese ha 1000 iscritti e guadagna 50€ per iscritto al mese, significa che fa un guadagno lordo di 50.000€/mese e probabilmente 600.000€/l’anno – perchè non ti sfiora l’idea di aprire anche tu una palestra? Pensaci bene, è un caso studio da 600.000€/anno che hai davanti ai tuoi occhi, perchè non lo fai?

Eh vabbè, mica sono un personal trainer? Mica ho i soldi per le attrezzature? Dove trovo un locale grande, con ampio parcheggio, docce, centro benessere….? Dove trovo gli altri istruttori? Come faccio a trovare i clienti? ecc…

Perchè pensi che online sia tutto più semplice?

Il grande problema è proprio questo, chi racconta un caso di studio principalmente parla di un caso che ha prodotto un ROI molto positivo, difficilmente troverete in giro casi studio fallimentari, oppure saranno omessi gli anni di fallimento perchè quando si descrive un caso studio ci si concentra a spiegare/raccontare solo le mosse vincenti, solo le informazioni più utili al lettore e a chi descrive il caso studio.

Alla spalle di ogni caso di studio vincente spesso ci sono azioni fallimentari che non vengono raccontate.

Non è tutto oro quello che luccica.

Come dicevo inizialmente, si è passati da un periodo in cui non si condividevano informazioni ad un periodo in cui si condividono informazioni di qualsiasi tipo e noto sempre più questa mania di protagonismo per affermarsi su tutto e tutti, quindi al primo risultato raggiunto ci si preoccupa di raccontarlo al mondo intero, questo atteggiamento non è sbagliato ma (purtroppo) spesso ci porta ad imbatterci in “FANTACASISTUDIO“, che a seconda del personaggio che li racconta sono più o meno credibili.

Ovviamente con l’atteggiamento giusto, ovvero: devo capire il modo di ragionare, i passi che hanno condotto chi racconta il caso di studio al successo. STOP – un pò come se leggessi la biografia di Silvio Berlusconi, senza avere la pretesa di diventare Silvio Berlusconi II.

Presta attenzione agli screen che vengono inseriti, quelli ci dicono realmente (photoshop permettendo) cosa è accaduto e non fare stime azzardate, per esempio: se mi trovo di fronte a un caso di studio che ha generato 20.000€ in un giorno non devo fare immediatamente questa stima 20.000€ * 365 giorni! Perchè per arrivare a quei 20.000€ è necessario un lavoro, magari durati mesi, relativi fallimenti, e nel caso di campagna promozionale quella cifra è soggetta a CAP, budget a disposizione, investimento e saturazione del mio audience.

Impara a riconoscere i casi studio reali dai Fantacasistudio e assimila il più possibile, testa partendo dalle tue idee (non da quelle di altri) e adatta la strategia sul tuo business o sulle tue campagne.

Ricorda che alla base di ogni caso di studio c’è un’azione, è necessario guidare l’utente verso la conversione attraverso una strategia. GUIDARLO, non raggirarlo o imbrogliarlo!

Chi indirizza l’utente verso l’azione è l’Affiliato, utilizzando una solida strategia e i giusti mezzi, in maniera professionale.

Good Luck! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati